Comunicazione OTIA relativa all'applicazione della LEPIA in relazione alla LE per i Municipi

La presente comunicazione concerne a) i diritti di firma delle domande di costruzione da parte dei progettisti e b) la validità delle autorizzazioni OTIA, in particolare le autorizzazioni temporanee.

  • Data:
  • 14.10.2019

In considerazione di segnalazioni che regolarmente giungono al Segretariato di OTIA, il Consiglio dell'Ordine, con risoluzione del 17 settembre 2019, trasmette a tutti i Municipi del Cantone Ticino la seguente comunicazione relativa alle modalità di applicazione della Legge sull'esercizio delle professioni di ingegnere e di architetto (LEPIA) in relazione alla Legge edilizia (LE).

La presente comunicazione concerne a) i diritti di firma delle domande di costruzione da parte dei progettisti e b) la validità delle autorizzazioni OTIA, in particolare le autorizzazioni temporanee.

 

a) Diritti di firma delle domande di costruzione,

Da costante giurisprudenza del Tribunale cantonale amministrativo e del Tribunale federale, le domande di costruzione per opere a carattere prevalentemente architettonico devono essere firmate da un professionista abilitato nel gruppo professionale Architettura, campo di attività Edilizia, e per opere a carattere prevalentemente ingegneristico civile, da un professionista abilitato nel gruppo professionale Ingegneria civile, campo di attività Ingegneria civile.

Giusta l'art. 48 cpv. 1 LE, l’applicazione della LE è di competenza dei Municipi, compresa la verifica della firma del progettista. OTIA è volentieri a disposizione dei Municipi e degli Uffici tecnici comunali.

In merito a domande di costruzione aventi come progettista una persona giuridica, società di persone o ditta individuale, secondo l'art. 3 cpv. 2 LEPIA, precisiamo che possono firmare tale documento unicamente uno dei suoi titolari o membro dirigente che rispetti i requisiti della LEPIA, in possesso di una valida autorizzazione OTIA e che dimostri di partecipare effettivamente alla gestione dell’attività societaria, ad esempio consultando il registro di commercio e/o chiedendo i pertinenti elementi di prova, in analogia al sistema definito nel settore delle commesse pubbliche.

Un'altra circostanza illegale regolarmente segnata è la firma da parte di un prestanome. Si tratta, ad esempio, del caso in cui un architetto abilitato OTIA firma la domanda di costruzione per un progetto a carattere architettonico elaborato da un ingegnere civile. Non essendo l'autore del progetto, tale architetto viola l'art. 4 cpv. 5 Codice deontologico OTIA (RL 705.456). Quindi, oltre al rifiuto della domanda di costruzione, anche se firmata da un architetto, la situazione venutasi a creare impone la denuncia da parte del Municipio del prestanome alla Commissione di vigilanza LEPIA (art. 22 LEPIA).

 

b) Autorizzazioni temporanee

Il sistema legale in vigore, a livello nazionale e internazionale, impone a OTIA di rilasciare delle autorizzazioni temporanee, di durata limitata (art. 3 cpv. 1 RLEPIA), in particolare per professionisti esteri che desiderano poter esercitare in Ticino la loro professione di architetto e/o ingegnere per una durata massima di 90 giorni per anno civile, come da Accordo bilaterale CH-UE sulla libera circolazione delle persone.

Anche in questo caso, i Municipi sono chiamati a verificare la validità delle autorizzazioni temporanee. In concreto, al momento della verifica della titolarità della firma posta sul formulario della domanda di costruzione, essi verificano pure se l'autorizzazione temporanea sia ancora valida. Se non fosse il caso, la licenza edilizia deve essere negata.

Il Consiglio dell'Ordine è cosciente della complessità del sistema legale in vigore. A questo proposito, per garantire una corretta applicazione della LEPIA e della LE, OTIA è a disposizione ([email protected]) dei Municipi e degli Uffici tecnici, per fornire supporto in merito alla firma di progettisti o in caso di autorizzazioni temporanee.

Vi chiediamo pertanto di informare, per cortesia, l'Ufficio tecnico del vostro comune, consegnando copia della presente comunicazione.

Ringraziando per la vostra attenzione e restando volentieri a disposizione per qualsiasi domanda, porgiamo distinti saluti

Per OTIA

Marco Del Fedele,
Presidente OTIA



Allegati

newsletter

Per chi non è registrato e desidera ricevere le newsletter di OTIA